ramia Rosvaldo: 25 anni di sacerdozio

Leini (To) – Domenica 27 settembre 2015 durante il sacro Darshan di Swami Roberto la nostra Chiesa ha festeggiato il 25° anniversario della consacrazione sacerdotale di ramia Rosvaldo.

ramia Rosvaldo con Swami Roberto

Swami Roberto ha invitato ramia Rosvaldo sull’altare, introducendo la ricorrenza:

«Prima della Sacra Arati [Benedizione] desidero rivolgermi a un grande sacerdote di Dio, che si chiama ramia Rosvaldo.
Il prossimo martedì, 29 settembre, ramia Rosvaldo festeggia 25 anni di Consacrazione Sacerdotale. Venticinque anni di fedeltà a Dio e alla Chiesa e quindi a quanti ovviamente fanno parte di questa Chiesa. Oggi anticipo di qualche giorno la data, perché ci siete qui voi e siccome lui lo merita, anzi lo stramerita, io voglio che questa festa sia coronata dalla vostra gratitudine e dal vostro grande applauso.»

25° anniversario ramia Rosvaldo


Ecco il pensiero che ramia Rosvaldo ha rivolto ai presenti:

Le parole di questa mattina di Swami Roberto, attraverso i suoi Insegnamenti Divini che sono sempre preziosi, e sono uno strumento sia per il cuore che per la mente, sono un po’ il riassunto di quello che è successo a me, visto che sono venuto da lui privo di ogni fede, privo di Dio, privo di tutto.
Tra l’altro, non sono venuto a incontrare Roberto perché cercavo qualcosa, sono solo venuto come accompagnatore di una persona che aveva bisogno. E quando questa persona mi ha detto: «Entra con me a parlare da Roberto», io le ho detto: «Ma io non ho niente da dirgli. E poi, chi è questo Roberto? Io non so chi sia! Cosa può voler dire a uno come me?». Queste sono state le mie parole, ma dato che a questa persona io ci tenevo in modo particolare, me la sono messa via e sono entrato.
E tra tutte le stupidaggini che ho fatto nella mia vita… per cui mia madre mi faceva una testa grossa come tutto il tempio… quella è stata l’unica cosa giusta veramente, e intelligente, che il cuore e il cervello mi hanno fatto fare, perché da quel momento ho scoperto un mondo che per me non esisteva.
Se uno mi avesse chiesto prima cosa avrei voluto dal mio futuro, io avrei risposto tutte le risposte di questo mondo, tranne che una: il sacerdote. Quello non c’era nella mia mente.

25° anniversario ramia Rosvaldo

Certo, io ho detto “sì” alla chiamata di Dio, ma se non avessi incontrato Roberto e non avessi ascoltato i suoi preziosi e Divini Insegnamenti… E ve lo dico con il cuore in mano, in questo momento: ascoltate quello che dice, ascoltatelo! Le parole di Roberto sono la porta per Dio, sono la porta per l’Eternità, non ci sono parole più illuminanti di queste, ascoltatelo!
E se avete dei dubbi, non andate a casa con il dubbio, ma chiedete, altrimenti noi Ramia stiamo qui venticinque… ventitre, otto, dieci anni… a dormire! Invece non dobbiamo dormire: dobbiamo essere una Chiesa unita.
Dio è lì che aspetta e raccoglie tutti, e se ha raccolto dalla strada una persona come me, che insomma… non ho un passato di cui mi posso vantare… vuol dire che le porte sono aperte a tutti. Altrimenti, se Dio ragionasse come un essere umano, non mi avrebbe dovuto aprire le porte, ma me le avrebbe dovute sbattere in faccia da un pezzo.
Fatemi un piccolo regalo… L’applauso meraviglioso che mi avete fatto, voglio che lo facciate anche agli altri monaci Ramia, perché in un Paese come l’Italia, dove Dio viene visto a senso unico, fare una scelta coraggiosa come hanno fatto loro è una cosa grande. Quindi io vorrei che faceste un applauso a tutti loro, perché se lo meritano.
E non metto assolutamente in secondo piano Roberto, a cui sarò grato sempre…
Ringrazio Dio e l’Anima Universale Maria che mi sostiene sempre e che io invoco nei momenti più difficili. Grazie Madre!

ramia Rosvaldo