Laura Beltrame: per me è un miracolo

Un miracolo ricevuto, uno dei tanti

Il giorno 28 luglio andai a Verona per accompagnare mio fratello a prendere una macchina, fin qui tutto bene. Al ritorno, in una galleria a Vicenza ovest, mio fratello era davanti a me, preceduto da un camion. Appena entrati, il camion davanti a mio fratello trovò un altro camion fermo dentro la galleria e sbatté contro di esso, il botto fu forte. Mio fratello si spostò un po’ verso sinistra e riuscì a scappare. Il problema ero io, con accanto mia figlia, che mi trovai in mezzo ai rottami, pezzi di camion che volavano ovunque, non potendo spostarmi perché dietro arrivavano macchine. In quegli attimi pensai di tutto e di più. Lasciai andare la macchina senza più pensare a nulla, guardando mia figlia al mio fianco. In quel momento sentii attorno a me come un involucro che mi proteggeva. Poi vidi dietro di me un altro tir che si mise per traverso della strada e, non so come spiegare, mi trovai fuori da quelle macerie senza prendere nemmeno un pezzetto di vetro. Sia io che mia figlia,  e pure la macchina, uscimmo illese da tutti quei rottami e ci trovammo fuori dalla galleria. Ringrazio il nostro Grande Maestro SWAMI e la madre Divina per averci protette ancora una volta… per me è un miracolo!
Grazie grazie grazie infinite grazie.
Grazie SWAMI di essere sempre accanto a me 
Un abbraccio dal mio cuore a Swami e a tutti voi monaci Ramia

Laura Beltrame

‹ Lara: Il vuoto e il buio cominciarono a riempirsi di Luce Leonardo Varacalli: una meraviglia è avvenuta in me… ›

Swami Roberto

Multimedia