Chantal Gerdis: grazie a Swami ho ritrovato la gioia di vivere

Vorrei dal profondo del cuore ringraziare il nostro caro Swami Roberto di esistere e di essere nella mia vita.
La gratitudine e il ringraziamento, ai miei occhi, non sono sufficienti per tutto ciò che lui mi dà.
Lui mi ha resuscitata. Questa parola è forse forte ma è ciò che io sento. Grazie a lui ho ritrovato la gioia di vivere e anche la forza di continuare a lottare per vivere anche se ho dei momenti di scoraggiamento.
Grazie Swami. Il tuo amore lo sento ogni giorno, in ogni prova della mia vita.
Senza entrare nei dettagli, mia figlia è in ospedale da un anno, e da poco io posso andare a visitarla perché lei va un po’ meglio.
Molto spesso mi dico felicemente che ho Swami nella mia vita, che mi aiuta a sopportare e a gestire la malattia di mia figlia. Senza di lui non ce l’avrei mai fatta a lottare. Malgrado tutto ciò, ho la gioia nel cuore.
Alcuni mi dicono: ma come fai tu ad avere il sorriso, sapendo che tua figlia sta soffrendo molto?
Io rispondo loro molto semplicemente che Swami è nel mio cuore e lui mi aiuta ogni giorno a reagire.
Ci tengo a ringraziarlo infinitamente per darmi questa gioia nel cuore, e questa forza. Senza di lui io non sarei qui. Il mio più bell’incontro sei tu, Caro Swami.

Grazie infinitamente. Grazie Swami. Finisco ringraziando anche tutti i Ramia. Grazie di essere presenti per noi, grazie.

Chantale Gerdis

‹ Caroline Gelat-Mathieu: Tutti i medici mi hanno espresso il loro smarrimento Chantal: il chirurgo insistette dicendomi che era impossibile che io non avessi male ›

Swami Roberto

Multimedia