A Miryam

La Theotokos

Divina Madre,

Arbitra di pace fra Dio e l’umanità,
senza di Te non potremmo
essere ancora partecipi dell’illimitato Splendore
cui la nostra divina stirpe
ci dà diritto di anelare.
Tu riunisci incessantemente i viventi in Te,
grande Anima dell’universo,
inarcandoTi, Ponte magnificente,
a colmare distese infinite
per lenire le dolenti sofferenze di noi esiliati,
che abbiam nostalgia dell’Eterno.
Costantemente accogli, sublime Ricettacolo della Vita,
la Sacralità manifesta di Dio
nel terreno fertile del Tuo Essere Immacolato,
dal quale germoglia il potere dello Spirito Santo.
Aiuta anche noi ad essere fecondi nella capacità di amare,
affinché il Cristo possa manifestarsi
negli atti concreti della nostra vita.
Madre di tutti gli esseri,
Fonte perenne che delle forme viventi consenti l’esistere,
a Te innalziamo il nostro cuore
chiedendoTi di inebriarlo di Carità,
per fonderci coscienti nell’Essenza di Dio.
Immacolata, Madre nostra,
prega per noi che da questa Terra di passaggio
ricorriamo a Te, in Te confidiamo,
per Te ci eleviamo e con Te amiamo.
Così sia.

Donna potente,

Madre dolcissima e forte,
Tu, in piedi
dinanzi allo strazio,
alla solitudine, all’incomprensione,
a ogni violenza…
Tu, in piedi sotto la Croce,
in un inconfondibile silenzio,
governi il dolore
con la tua inesauribile forza interiore, o Donna.
Vedo la tua sapiente determinazione
nel volto delle donne
e nei loro occhi sempre giovani
quando sono incomprese e calpestate.
Vedo la tua ineguagliabile bellezza
nella loro tenerezza.
Vedo la tua dignità purissima
nelle donne emarginate,
violentate, considerate oggetti.
Vedo il tuo Amore inestinguibile
in chi non vuole abortire.
Vedo la tua maternità
nel seno che allatta.
Vedo Te in ogni donna
desiderosa di essere sempre più Donna.
Tu, vero coraggio,
certezza perfetta, maternità che adotta,
vivi, vivi in me
perché la mia dolcezza non si spenga.

Madre Nostra

che Sei nei Cieli
splendente più del sole,
sia riconosciuta la Tua potenza da tutti gli esseri.
Venga la Tua manifestazione in ogni dove
perché si riconosca che Tu sei il Ponte fra il Cielo e la Terra,
fra la materia e lo Spirito,
fra il Padre ed il Verbo,
fra il seme e la sua forma.
Tu Arbitra di pace fra Dio e l’umanità.
Le coscienze Ti riconoscano come Colei che è:
la Grande Madre, Madre della Vita, Madre della fertilità.
Io Ti invoco:
Fai germogliare in me la volontà,
fai sbocciare dal mio cuore la speranza,
riportami a percepire la mia origine divina
per non scordarmi mai che io sono l’oltre della materia,
l’oltre della sofferenza,
l’oltre di ogni limite.
Nel dolore Ti invoco perché so che puoi liberarmi da ogni male.
Tu sei la fertile terra che trasforma il mio povero corpo nel Tempio di Dio.
Divina Madre, voglio essere come la grotta di Betlemme
permettendoti di partorire in me l’Amore assoluto, Yeshua,
e raggiungere così l’Assoluta Realizzazione, Dio.
Stella che mi guidi: aiutami! Proteggimi! Illuminami! Amen!

Anima Universale Miryam

Tu sei l’Universo della mia anima;
Ti supplico, partorisci nella grotta del mio cuore
lo splendore della Luce,
affinché l’ignoranza spirituale – vera tenebra ed immensa solitudine che affligge l’umanità – fugga da me.
E illuminato io possa liberamente amare, pienamente comprendere,
totalmente perdonare.
Grazie Madre Divina!

Le Tue Lacrime Maria

non solo scendono dal Tuo Volto;
le ritroviamo con quelle
di chi cerca la Libertà.
Le Tue Lacrime Maria
non solo scendono dal Tuo Volto;
le ritroviamo con quelle
di chi cerca il Tuo Gesù.
Nelle lacrime del povero,
degli afflitti e dei miti;
con chi ha fame di Giustizia,
con chi lotta per la Pace,
con i soli emarginati,
anziani e ammalati;
con chi soffre per Gesù.
Nel tempo dell’Eternità
continui ad Esser Madre;
vinci il male con il bene
e là dove un uomo piange,
Maria Tu Sei presente,
per testimoniare al mondo
che il Tuo Figlio è in ogni uomo.

‹ Innamorati della Divina Madre Amare è essere se stessi ›